PREMI 2017

Premi dell'ann0 2017


Prima classificata premio poesia Renzino con “L’ospite inatteso”

Prima classificata premio Borgo Ticino con “Calabuig ed altri incidenti”

Prima classificata premio “Prato un tessuto di cultura” con”L'amore violato”

Prima classificata premio Pontelongo con “Non è stagione”

Prima classificata premio Voci verdi con “Le bambole di  Mosul”

Prima classificata premio Giotto colle di Vespignano con “Notte all'idroscalo”

Prima classificata premio Alceste de Lollis con “L'amore violato”

Prima classificata premio videopoesia premio Hombres con “Qui,nel borgo”

Prima classificata premio vernacolo Poseidonia Paestum con “L'amore violato”

Prima classificata premio “Donne tra ricordi e futuro” con “Il cardellino”

Prima classificata premio città di Livorno con “Jamila e sua madre”

Prima classificata castello di Supramonte con “Stabat mater”

Primo classificata premio Quarto d'Altino con “Isadora”

Prima classificata premio Amalia Villotta con “Loro non sanno”

Prima classificata premioVoci di notte con “Jamila e sua madre”

Prima classificata premio Piediluco con “Eartquake”

Prima classificata premio “I fiori sull'acqua” con “L'amore violato”

Primo premio premio foto-letterario “The dogof the Year” con “Storia di Derek”

Prima classificata premio “Firenze capitale d'Europa”sez sport “Il volo taciuto delle gazze”

Prima classificata premio poesia religiosaTerni  con “Mose’”

Prima classificata premio Maria Francesca Iacono con "Stabat Mater"

Prima classificata trofeo Penna d'autore con "Il mio nome è Giovanni"

Seconda classificata premio Avis Capannoli con “L’ora d’aria”

Seconda classificata premio “Va in scena lo scrittore” con “Johhny Freak”

Seconda classificata premio “Il bicicleletterario” con “Ginetaccio”

Seconda classificata premio Nobildonna Maria Santoro con “Il fiordaliso”

Seconda classificata premio Leonardo con “L'ospite inatteso”

Seconda classificata premio il castagno con “Pane e castagne”

Seconda classificata premi Mario Barale vernacolo con “Ne brisa stason”

Seconda classificata premio La locanda del doge con “Terra mia”

Seconda classificata premio Angelo ed Angela Valenti con “Stabat mater”

Seconda classificata premio “L'arcobaleno della vita” con “Polvere di stelle”

Seconda classificata premio Caelum Signa-Lastra con “Il mio nome è Giovanni”

Terza classificata premio Noale “Le donne si raccontano” con “Il servizio di cristallo”

Terza classificata premio “Città di Fermo” con “Le bambole di Mosul”

Terza classificata premio Simone Seghetti con “Stabat mater”

Premio donna Alda Merini “I fiori sull’acqua” con “La casa dei folli”

Premio della critica l'Atelier con “Villino della flanella”

Premio speciale il castagno con “Orfani bianchi”

Premio speciale Simone Seghetti con “L'Adalgisa”

Premio speciale Giulio Panzani “Il delfino”con “Oceano mare”

Premio della giuria San Domenichino città di Massa con “Stabat mater”

Premio speciale Simonetta Cappellini con “L'amore violato”

Menzione d’onore premio Miriam Sermoneta con la silloge “Oceano mare”

Menzione d’onore premio Città di Vignola con “Storia di Alyan”

Menzione d'onore premio poesia Gaetano Errico con “La rosa”

Menzione d'onore premio Diana Nemorensis con “Hotel Rigopiano”

Menzione d'onore premio “Il gatto” con “Lilly”

Menzione d'onore premio La pietra rimge con “I giorni della follia”

Menzione d'onore premio Invito alla poesia con “Polvere di stelle”

Menzione d'onore premio Cinotti con “Stabat Mater”

Menzione d'onore premio Ada Carrara con “Abebe”

Menzione d'onore premio Patrizio Graziani con “Hotel Rigopiano”

Menzione d'onore premio Michelangelo Buonarroti con “Polvere di stelle”

Menzione d'onore premio “Arcobaleno della vita” con “Lady p”

Menzione di merito premio “Firenze città di cultura”

Menzione speciale premio Cesarin de Viviani con "la Befana"

Finalista premio Giano Vetusto con “La Viola d’inverno”

Finalista premio La rondine con “Hotel Rigopiano”

Finalista premio Il cuscino di stelle con “Loro non sanno”

Finalista premio Amici di Ron con “Terra mia”

Finalista Versi sotto gli irmici

Finalista premio Giorgio la Pira con “Gino”

Finalista premio Basilio Beltrami

Finalista premio Mario Berardi

Segnalazione di merito premio San Martino









Stabat mater


E d'improvviso l'abisso,madre

la terribile speranza della morte

e nel cuore l'orribile terrore della vita


e dal nulla,madre

un boato che si concede al buio

senza sogni,senza ricordi

il passo felpato di una gatta nera

un bivio che porta all'infinito ed oltre


e poi solo il freddo che avanza

i raggi del sole alle spalle

macerie come in  un affresco mai terminato

in un mondo diventato un unico ammasso di sassi e  pietra.


Ed in un istante,madre

sei diventata un grumo di colore

smunta di rosso, nella bocca dell'inferno

i tuoi occhi chiusi alle luci delle lampare

al profilo della tua casa persa nel blu


nel preludio di una morte certa

non hai più colto il profumo del gelsomino

dell'uva matura oltre la siepe

delle spighe di grano nei campi d'estate.


E' rimasto solo il sangue nella sera

l'odore smosso della terra secca

un fiore di pioggia in controluce

in un ade dalle luci fatue

in un paese legato da oscure ombre al suo destino


ed il tuo ricordo

il tuo amore antico e stanco

per me che sono rimasto solo

proseguendo oltre gli specchi

a chiedermi del tempo, del dolore,dell'assenza

con solo l'odore delle mele verdi nelle tasche.





Tutti i diritti riservati